L'Influenza delle nostre azioni sulla vita degli altri

L'Influenza delle nostre azioni sulla vita degli altri

Ciao, benvenuto nel nostro sito, qui trattiamo di tutto ciò che alimenta la mente e questo articolo stavolta è un invito a riflettere.

Io sono Daniele...
ogni mattina mi alzo dal letto e affidandomi ai sensi inizio ad esplorare il mondo elaborando tutte le informazioni che mi si presentano davanti, istante per istante, per l'intera durata della mia veglia, rielaborandole poi la notte per creare carattere, conoscenza e soprattutto coscienza (la chiamano riorganizzazione delle sinapsi se non sbaglio).

Sembra banale vero? Beh, non lo è affatto. A farlo presente poi sembra macchinoso, scontato, e stranamente non ce se ne rende neanche conto mentre succede, eppure tutto questo nel corso degli anni mi ha fatto accumulare ricordi : di immagini, di odori, di sensazioni. "Tutto questo" è la mia vita, fatta di cose, di persone, di momenti, e si chiama esperienza, "Tutto questo" sono "IO".

"Tutto questo" ogni giorno forma me stesso, il mio pensiero e le sue linee, e riesce addirittura a farmi cambiare conclusioni allo stesso ragionamento in base all'esperienza accumulata.

E quindi: quanti ricordi felici e dolorosi sto conservando nella mia testa? Quanti mi hanno davvero formato? Quali sono serviti per essere ciò che sono? Ma per una volta tralasciamo la domanda mistica "Perchè Esisto?" e soffermiamoci invece su di una affermazione che suona per lo più come una constatazione di fatto: "Esisto!".

La mia vita è la classica strada da percorrere. Cammino, trascinando o portando fiero, in base a ciò che provo, il mio bagaglio pesante. Lì dentro c'è il ricordo dei nonni, i baci di mamma, di due calci a un pallone con papà, il primo bacio ma anche il dolore degli amori persi, dei litigi con gli amici, di un'aggressione subita, un avvenimento di guerra e la paura di morire magari. Ovviamente il bagaglio pesante è il mio cervello e il corpo con buona probabilità ne riflette il peso.

Cammino ogni giorno incrociando altre strade, altre persone, tante (e poi ci sono quelli che non incontrerò mai in vita mia) e come me, anche loro trascinano il proprio peso, anni di ricordi, di esperienze, per alcuni maggiormente positive, per altri purtroppo estremamente negative. E sistemanticamente tralasciamo sempre questo dettaglio importante: che la vita di un'altra persona ha lo stesso peso della nostra. Capisco anche che a volte sono le persone stesse a farcelo dimenticare.

Quanti di noi, chiusi nel proprio spazio, hanno mai pensato che quello sconosciuto incontrato al bar, entrato semplicemente per prendere un caffè, abbia combattuto o stia combattendo la sua battaglia? Con molta probabilità anche grande, considerato il periodo, perchè parliamoci chiaro, non è che la vita sia proprio una passeggiata; scandita dagli orari, dalla fretta, dalle imposizioni, da una ormai perenne (a parer mio procurata e falsa) crisi finanziaria che ci propina uno stipendio troppo misero rispetto all'impegno; costretti a produrre con ritmo martellante ma per chi? per cosa? E così sommersi dal bisogno di sopravvivere ci distraiamo inevitabilmente dall'idea che invece potremmo anche pretendere di vivere...se solo volessimo. Stiamo tutti sulla stessa barca e mal comune non è vero che è mezzo gaudio, è mal comune e basta, per una serie di fattori che andrebbero affrontati ma magari non in questo articolo, vi sfinirei.

Ma torniamo all'affermazione "Esisto!". Purtroppo sempre più raramente prende una forma al plurale e questo credo sia alla base di un disagio crescente tra la razza umana. Non esiste più solidarietà verso gli altri ma poi pretendiamo considerazione quando sono i nostri i diritti calpestati.

Sembra paradossale quindi affermare che il nostro comportamento è in primis influenzato da quello degli altri in una continua azione-reazione di cui non ci rendiamo conto, ma anche che il nostro comportamento influenza, in pari modo, quello degli altri. Un elementare esempio: una parola storta, colti dalla rabbia per qualcosa magari di estraneo alla situazione, avrà senz'altro effetti negativi sulla vita degli altri, anche se non apparenti, addirittura devastanti se rivolta a individui fragili. Diciamoci la verità, non siamo tutti uguali, neanche di fronte alla stessa situazione; ognuno reagisce secondo inquantificabili e imprecisabili variabili rendendo unico il comportamento.

Tale articolo quindi, non è altro che una riflessione, un invito ad accorgersi del prossimo e vederlo come essere pieno di valore, di pari importanza al proprio "io" ed agire di conseguenza. Valutare, dosare magari, le proprie azioni credo sia un passo importante e un buon inizio per risanare questo mondo ormai deviato; a volte possono addirittura riparare ciò che in altri è ormai rotto anzichè danneggiare ulteriormente. Iniziamo a considerare ogni nostra azione come l'inizio di una reazione a catena che prima o poi tornerà al via.

Sarebbe interessante, ad esempio, fermarsi ad immaginare, anche inventare se necessario, la vita di quello sconosciuto del bar per capirne l'importanza: a lui che torna dalla moglie a fine lavoro, un bacio ai propri figli, ad una mamma malata, a lui che magari rischia la vita per salvarne un'altra, magari proprio la nostra. Credo che questo possa aiutarci ad avere una maggiore considerazione di ciò e di chi ci circonda.

Pertanto, fermiamoci a riflettere, a pensare, ad immaginare un mondo con una piega differente.

Una famosa cantante qualche anno fa, aveva cantato l'esatta fotografia di ciò che sta succedendo e voglio mostrarvelo. Buona visione e fatemi sapere cosa pensate, sia dell'argomento che di ciò che canta. Saluti a tutti e un grazie a Freepik per le immagini fornite.

Cos'è Mind Activity

Mind Activity è tutto ciò che ci passa per la testa.

Facciamo quello che ci pare e illustriamo le nostre passioni, tutte. Ecco perché troverete tanti argomenti anche molto differenti e insieme. Superficialmente è tutto incasinato, realmente hanno un filo comune : è tutto farina del nostro sacco.

Parole chiave : Stimolazione mentale.

Dove siamo

Non abbiamo un indirizzo ma una località :

Città di Castello (Pg)

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.